5 indirizzi online per i regali di Natale

Quando si parla di shopping online non è raro vedere storcere qualche naso. Il pensiero corre subito ad Amazon e le obiezioni sono sempre le stesse: e i produttori locali? E le attività di zona?

A queste pur giuste osservazioni si sono recentemente aggiunti i timori altrettanto comprensibili di chi vorrebbe acquistare i regali di Natale senza sgomitare tra la folla nel pieno di una pandemia. Unire tutti questi buoni propositi è possibile: abbiamo selezionato per voi 5 shop online su cui fare acquisti originali e made in Italy, sostenendo le attività commerciali del quartiere senza nemmeno alzarsi dal divano.

Lanar – via Nino Bixio, 7
lanar.it

Antica bottega manifatturiera, dal 1946 Lanar produce e distribuisce filati di altissima qualità, accompagnati da strumenti per il lavoro a maglia e il ricamo, libri e riviste sul tema e persino corsi per livelli base, principiante e avanzato.

Cosa regalare?

La scelta varierà in base al livello d’esperienza del destinatario: per una persona che si avvicina a questo mondo per la prima volta potrebbe essere utile un corso per principianti, fruibile comodamente anche online, della durata di un’ora e svolto individualmente (24 euro).
Per una persona già esperta, invece, un’idea regalo originale potrebbe essere un porta-ferri in tela stampata, utile per tenere sempre in ordine i propri strumenti (18 euro) o, a prezzi ancor più contenuti, l’ultima uscita della rivista Koel Magazine, che raccoglie tutte le novità su tessuti e tecniche (13.50 euro).


Bella Dentro – via Giovanni Battista Pergolesi
belladentro.org

Nato nel gennaio 2018, il progetto Bella Dentro si prefigge un obiettivo tanto ambizioso quanto ammirevole: ridurre gli sprechi alimentari nella produzione agro-alimentare. Per farlo, i due fondatori dell’iniziativa, Camilla e Luca, hanno costruito una rete di contatti con le aziende agricole italiane dalle quali acquistano tutti i prodotti le cui caratteristiche estetiche risultano incompatibili con le logiche di marketing della grande distribuzione. Mele, arance, melanzane e pomodori il cui unico difetto è quello di essere brutti, storti, bitorzoluti: anziché finire nella spazzatura, ora possono finire sulle nostre tavole, e a prezzi ragionevoli.

Cosa regalare?

Se il solito cesto natalizio con la tipica bottiglia di spumante mediocre, il panettone industriale e i cioccolatini d’amianto vi ha stufato, Bella Dentro propone un box regalo a prezzi equivalenti (25 euro), che contiene una confezione di ceci bio, noci, confetture e 4 confezioni di frutta e verdura essiccate.


Daniela De Marchi – piazzale Lavater, 2

danielademarchi.it

Il marchio prende vita nel 2000 dietro iniziativa della designer Daniela De Marchi, che da 20 anni porta avanti un’idea di gioielleria basata interamente sull’artigianalità e l’unicità dei pezzi, realizzati a mano e distribuiti in tiratura limitata. Il catalogo predilige materiali come ottone, bronzo e argento, abbinati per lo più a pietre naturali tra cui l’ametista, l’onice e il quarzo rosa.

Cosa regalare?

La scelta andrà indirizzata in base al budget, oltre che al gusto del destinatario. Per una spesa relativamente contenuta si consiglia l’anello in ottone viola Iride, semplice e originale (41 euro); se invece intendete spendere qualcosa in più, la linea “serpenti” offre una gamma di gioielli che riproducono le spire avvolgenti dei rettili, come i bellissimi orecchini in bronzo brunito Amuleto (129 euro). Siete per le linee essenziali, invece, le forme geometriche della collana Robinia (255 euro) fanno al caso vostro.


EastMarket – via Bernardino Ramazzini 6

eastmarketmilano.com

EastMarket nasce come spazio di incontro tra commercianti e clienti del mondo dell’usato; uno spazio prima di tutto fisico, suddiviso in stand ed espositori riuniti dal motto everything old is new again, ma anche virtuale, in cui fare shopping in tutta sicurezza e lontano dalla calca.

Cosa regalare?

La scelta è vasta: lo shop di EastMarket propone abiti, vinili, oggetti d’antiquariato, gioielli e quant’altro. Quel che dovete fare, dunque, è raffigurarvi subito passioni e personalità del destinatario del vostro regalo: è un appassionato di musica rock, magari d’altri tempi? Per 25 euro potete acquistare un poster originale del concerto dei Beatles allo Shea Stadium nel 1965, o il vinile dell’album Flower dei Rolling Stones (50 euro).
Per gli amanti dell’arte dissacrante, nella sezione Riffblast sono disponibili – a prezzi contenuti – le opere dell’artista omonimo, che non a caso si è auto-definito “hiconoclast hero”. E se diventasse il nuovo Banksy?  Con 20 euro potete acquistare una sua stampa e assicurarvi che l’amico, il parente o il partner che la riceverà abbia un oggetto su cui investire in un futuro più o meno prossimo.
Volete spendere davvero poco? Una tazza strana, con decoro delirante a vostra scelta (qui quella con una macchina per cucire sopra), vi costa 15 euro.


Lisa Corti – via Lecco 2

lisacorti.com

Quando il regalo è per qualcuno di cui non conoscete a sufficienza le inclinazioni personali, una buona idea potrebbe essere un oggetto ad uso domestico, magari che non rischi di turbare l’equilibrio già stabilito dall’arredamento. L’atelier di Lisa Corti, attualmente articolato in vari punti vendita in Italia e all’estero, espone linee di tessuti per la casa e per l’abbigliamento, disegnati e realizzati a mano seguendo il gusto e le influenze orientali e africane.

Cosa regalare?

Un paio di tende o un tappeto, siamo d’accordo, richiedono qualche conoscenza pregressa dell’ambiente domestico in cui andranno a finire. Che dire allora di un kit per la sala pranzo? L’arabesque gift set, pensato proprio per essere regalato, si compone di due tovagliette stampate a mano e due tovaglioli abbinati in misto cotone (52 euro); stesso utilizzo hanno i runners, ossia delle tovagliette doppie (lunghezza 150 cm) che possono tranquillamente sostituire la tovaglia, magari durante il pranzo di Natale (prezzo 60 euro). Se la sala da pranzo non vi entusiasma, dirigetevi verso un complemento d’arredo utile ma non invasivo: un bel cuscino decorato, come l’Arabesque corolla (52 euro): perfetto per sdraiarvisi sopra dopo due porzioni di lasagne e mezzo litro di vino.

Alessandra Sorvillo

Aspetta! Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti neanche una novità.

REGISTRATI