#stateascoltando Love

I Beatles sono il gruppo che per primo e meglio di chiunque altro finora è riuscito a far diventare la musica un fenomeno di massa: con la loro capacità artistica, il loro carisma e la loro immagine sono stati in grado di trasformare delle “semplici” canzoni in veri e propri inni immortali, mentre essi stessi sono diventati il simbolo di una generazione intera. Ora, io non so se oltre a tutti questi meriti avessero anche la capacità di prevedere il futuro, ma diciamo che non mi sento di escluderlo: cinquant’anni fa, infatti, usciva All You Need Is Love, brano che tutti conoscono e che a noi italiani trasmette anche un po’ di nostalgia per gli anni ’90, quando faceva da colonna sonora ad un programma televisivo che tutti conosciamo (anche se magari ce ne vergogniamo un po’!). Ed è proprio quando questo sentimento ci prende e coinvolge che i Beatles dimostrano di essere degli ottimi preveggenti: “all we need is (il) Love”, ossia tutto ciò di cui abbiamo bisogno è il Love, in Porta Venezia.

photo by Zoomato

All’interno della cornice di inizio ‘900 tipica della zona di Porta Venezia, il Love è infatti un locale che opera uno squarcio temporale e vi catapulta in quel periodo magico e un po’ surreale che sono stati gli anni ’80, il decennio che è forse il vero e proprio padre dell’epoca che stiamo vivendo ora. E proprio come accade con un genitore a cui si vuole bene, il Love vuole continuare a farci amare gli anni ’80, da un lato così lontani e semplici, dall’altro dannatamente glamour. Ad esempio, cosa c’è di più lontano e, allo stesso tempo, accattivante di una Polaroid istantanea, per noi che ormai non siamo più abituati a tenere in mano una foto? Bene, al Love un’intera parete di fianco al bancone è tappezzata di Polaroid che ritraggono alcuni clienti del locale, ognuna con la propria storia da raccontare. E che dire delle luci che animano le serate a base di musica? Se siete dei tecnici nel campo dell’illuminazione, sicuramente storcerete il naso; ma se invece il vostro scopo è solo quello di passare una serata nostalgicamente divertente, allora adorerete anche i piccoli led colorati.

Tuttavia, il vero asso nella manica del Love per rievocare gli anni passati è la musica, come dimostra anche il nome di una delle serate tipiche del fine settimana (Memorabilia). Se infatti le luci e le Polaroid non fanno abbastanza presa su di voi, sarete costretti a capitolare e a buttarvi in pista spensierati quando il DJ inizierà a mettere a tutto volume alcuni dei successi che più hanno segnato l’immaginario collettivo: che siano i ritmi funky di Kiss del compianto Prince, quelli patinati e ricamati di pailettes di Madonna e la sua Papa Don’t Preach o quelli nostrani di Tropicana dei Gruppo Italiano, non avrete assolutamente più scuse per non lasciarvi andare e ballare fino a notte fonda, magari sperando di incrociare proprio in mezzo alla sala la vostra anima gemella, in una reale e milanesissima San Junipero (fan di Black Mirror, spero apprezziate). D’altra parte, se sarete capitati in questo locale, sarà solo perché, come cantavano i Beatles, “all you need is Love“.


Alessio Bilardo

Aspetta! Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti neanche una novità.

REGISTRATI