Trattoria Trombetta, una cucina sana e diretta nel segno dell’italianità

Là dove per un tempo sorgeva il bar trendy Indaco, ora si trova la Trattoria Trombetta del patron Giancarlo Morelli (chef dello stellato “Pomiroeu” di Seregno).

Una cucina di prodotto basata su materie prime (non solo lombarde) di una qualità senza compromessi e fedele alla ciclicità delle stagioni per offrire una scelta più ampia nel segno dell’italianità allo stato puro. Un piccolo mondo dal sapore più immediato e di casa ma pur sempre elegante e raffinato, come lo definisce lui, una trattoria contemporanea.

Con un’artigianalità che ha impegno e valore d’altri tempi, Morelli ha raccolto l’eredità della cucina di tradizione e l’ha portata alla sua massima espressione, divenendo il depositario di ricette che, se pur nella loro essenzialità, assumono nuove forme, aggiungono strati e sfumature grazie a tecniche culinarie all’avanguardia e all’estro creativo.

Buona cucina, arte e design si mescolano insieme, raccontandosi con uno stile unico e originale. Anche i piatti più semplici sono fatti con una cura attenta a valorizzare al massimo ogni ingrediente preparato con cotture più sane e zero sprechi che è poi il mantra di Morelli.

In carta si ritrovano i grandi classici lombardi, ovviamente interpretati “by Giancarlo Morelli” ma pienamente riconoscibili: lui stesso afferma che deve essere una cucina diretta ed un menu pulito, facile da comprendere e arrivare dritto al cuore.

Come lui, tutta la sua brigata brucia di passione per un mestiere che – c’è poco da dire – è realmente totalizzante.

 

 

Trombetta è un luogo dove c’è rispetto per la materia prima da lavorare, dove la diversità degli ingredienti è un fattore di ricchezza e patrimonio da custodire e far conoscere a tutti. Dove poter assaggiare prodotti formidabili e, infine, sperimentare esperienze culinarie autentiche. Giancarlo vi aspetta in Largo Bellintani 1 e ogni piatto che preparerà per voi diventerà il pretesto per parlare della più antica tradizione della cucina italiana ma anche del presente e del futuro.

Consigliato perché: ritrasformerà la vostra idea di Trattoria, con una formula nuova in chiave contemporanea.

Le ricette dello Chef Giancarlo Morelli per Porta Venezia Social District

Di seguito vi raccogliamo alcune  delle specialità che lo chef propone in carta e ha il piacere di far conoscere a voi, seguaci di Porta Venezia Social District. Desidero sottolineare l’eccezionalità di questo gesto, poiché a tutti è noto quanto i cuochi siano “gelosi” dei propri segreti.

 

PANZANELLA DI POMODORI, TONNO MARINATO E LEGGERMENTE AFFUMICATO, PERLE MORBIDE DI CAPRINO

Ingredienti per 4 porzioni

280 g TONNO FRESCO

20 g OLIO D’OLIVA EXTRA VERGINE

0 qb SALE MALDON

120 g POMODORI CILIEGIA

60 g SEDANO

60 g CETRIOLI

120 g PANE BIANCO

40 g CIPOLLA ROSSA

4 g BASILICO

2 qb ORIGANO

80 g CAPRINI FRESCHI

20 g PANNA FRESCA

Pulire il tonno fresco, rosolarlo in padella con olio e aromi, poi affumicarlo per 15 minuti con truccioli di legno gentile e erbe mediterranee.

Abbatterlo e tagliarlo molto finemente.

Per la panzanella, tagliare tutte le verdure a cubetti regolari, tagliare il pane della stessa misura e tostarlo in forno.

Assemblare tutte le verdure e il pane, condire con olio, sale Maldon, basilico e origano.

Lavorare il caprino con panna semi montata.

Servire la panzanella con le fette di tonno e con l’aiuto di uno scavino formare delle perle di caprino, guarnire con basilico e origano.

 

 

RISO SELEZIONE CARNAROLI MANTECATO CON PISTILLI DI ZAFFERANO, MIDOLLO E CARAMELLO DI VINO

Ingredienti per 4 porzioni

320 g RISO CARNAROLI

800 ml BRODO DI CARNE

4 g CIPOLLA

120 g PARMIGIANO

80 g BURRO

1 g PISTILLI DI ZAFFERANO

20 ml SALSA AL VINO ROSSO

40 g MIDOLLO

40 ml VINO BIANCO

Porre in una casseruola la cipolla tritata, il midollo di bue e 50 g di burro. Aggiungere i pistilli di zafferano.

Rosolare senza far colorire la cipolla.

Aggiungere il riso e lasciarlo tostare per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno.

Bagnare con vino bianco e lasciar evaporare.

Successivamente bagnare con brodo bollente e procedere come per tradizione aggiungendo altro brodo bollente, portare a fine cottura.

Togliere dal fuoco e mantecare con il rimanente burro e il Parmigiano.

Versare in piatti caldi e guarnire con salsa al vino e midollo scottato.

 

LA NOSTRA COTOLETTA ALLA MILANESE

Ingredienti per 4 porzioni

1 Kg CARRÈ DI VITELLO

120 g BURRO CHIARIFICATO

2 pz UOVA

120 g PANE GRATTUGIATO

1 pz LIMONI

0 qb SALE FINO

Appiattire un poco le costolette con il batticarne.

In un piatto piano versate le uova e senza salarle sbattetele bene, poi metteteci le costolette, ad una ad una senza bagnare il manico, passarle successivamente nel pane grattuggiato grosso, premerle con il palmo della mano affinché il pane aderisca bene e non si stacchi durante la cottura.

In un tegame largo soffriggere il burro chiarificato e, appena sarà spumeggiante, sistemarvi in un solo strato le costolette.

Cuocerle 2/3 minuti per parte: devono risultare morbide e leggermente dorate; metterle poi su un piatto di portata, salarle e guarnirle con spicchi di limone.

 

Trattoria Trombetta

Indirizzo: Largo Fra Paolo Bellintani, 1, 20124 Milano

Telefono: 02. 3594 1975

Sito


Giorgia Borghi

Aspetta! Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti neanche una novità.

REGISTRATI