Cosa fare a Capodanno in Porta Venezia… o forse no?

La fine dell’anno ha sempre il sapore di un momento cardine all’interno delle nostre vite, perché ci proietta mentalmente verso un futuro che auspichiamo sempre migliore. In realtà si tratta di un momento in cui tutto sembra cambiare, ma tutto resta come prima. Guardatevi intorno: la città è tempestata come ogni anno di luci natalizie; la nebbia ci ricorda costantemente che sì, Milano sarà pure bella, ma che se vuole spegnere ogni nostra residua voglia di vivere lo sa fare benissimo; su Italia 1 anche quest’anno Eddie Murphy e Dan Aykroyd hanno avuto la meglio sui fratelli Duke (lo so che non siamo gli unici ad aver riguardato Una poltrona per due, non mentite…) e voi siete già in guerra con la bilancia dopo le abbuffate di Natale e Santo Stefano. Anche noi, quindi, non potevamo esimerci dal fare ciò che ci si aspetta da una pagina come la nostra, ossia consigliarvi cosa fare a Capodanno nella nostra zona… E invece no. Certo, Porta Venezia saprà sicuramente offrire passatempi allettanti per la notte più lunga dell’anno, ma questa volta non saremo noi a consigliarveli. Oggi vogliamo sfruttare l’occasione per fare un bilancio del nostro 2016 e farvi capire meglio chi c’è dietro (e dentro) Porta Venezia Social District. E non c’è modo migliore per farlo che con qualche numero!

  • Crescita Team 450%. Durante questo 2016 il team di PVSD si è allargato oltre le aspettative (e no, non sto parlando dei chili presi durante le feste): siamo partiti che eravamo solo in due, mentre adesso siamo ben nove!
  • Orari impossibili. Più persone, però, vuol dire anche maggiore difficoltà organizzativa: se avessimo un euro per ogni volta che non siamo riusciti a trovare un giorno ed un orario che andassero bene a ciascuno di noi per riunirci, probabilmente a quest’ora staremmo già prenotando un volo per andare tutti insieme ai Caraibi. Però non prima di settimana prossima, perché Riccardo lavora, io domani ho la palestra e Fabiana sabato ha una cena in famiglia.
  • Infiniti locali.  Anche la sede dei nostri incontri è cambiata spesso: diversi sono i locali che ci hanno ospitati nei mesi passati, ma non faremo nomi perché sicuramente ci dimenticheremmo di qualcuno. L’unica cosa che possiamo fare è ringraziarli tutti, dal primo all’ultimo. Agli altri invece possiamo solo dire che i prossimi potreste essere voi, è una promessa (o una minaccia)!
  • Centinaia di idee. Ma vogliamo parlare delle vagonate di idee che, a primo impatto, ci sembravano geniali e che poi abbiamo bocciato miseramente? Se avessimo un euro… ah no, questa l’abbiamo già usata. Ci sono state delle volte che avevamo un numero di idee tale da… no, questa non ci piace. Sì, insomma, se tutte queste idee le avesse avute… va be’, ci rinunciamo.
  • Instagram X4. Dall’inizio dell’anno, i nostri follower su Instagram sono più che quadruplicati: la nostra prima foto dell’anno contava “solo” 22 like, mentre questo scatto della parte finale del 2016 ne vanta addirittura 91. Bravi noi, ma grazie anche a voi e alle vostre fotografie!

milano porta venezia

  • Facebook X2. Su Facebook, invece, siamo più che raddoppiati: il 25 gennaio 2016 festeggiavamo il traguardo di 2000 like alla nostra pagina, mentre adesso siamo più di 4000. Una piccola cittadina, praticamente.

Infine un breve cenno all’anno che verrà: vi possiamo assicurare che per il 2017 i progetti che abbiamo in cantiere sono davvero tanti e difficilmente quantificabili. Così come difficilmente quantificabile è il numero di grazie che vogliamo rivolgere a voi che ci seguite costantemente e che ripagate i nostri sforzi: vi promettiamo che continueremo così e cercheremo di migliorarci giorno dopo giorno. Ci vediamo l’anno prossimo!


Alessio Bilardo

Aspetta! Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti neanche una novità.

REGISTRATI