Bottega dalla Tasca: 16 mt quadrati al numero 16 di via Plinio

bottega-dalla-tasca

Quante volte vi è capitato di passare e ripassare davanti ad una vetrina che attira la vostra attenzione, ma per un motivo o per un altro siete sempre dovuti scappare?

A me capita spesso. Ecco perché appena mi sono avvicinata alla porta della Bottega dalla Tasca, la proprietaria Valentina, ha capito che questa volta sarei entrata e non ha esitato ad accogliermi nel suo mondo. Beh, in realtà il primo a salutarmi è stato Livio, la mascotte del negozio, ma di lui avremo modo di parlare più avanti.

Abbiamo incontrato Valentina in una tipica (tarda) mattinata milanese, mentre le persone passavano davanti alla vetrina con le borse della spesa o con il pane fresco da portare a casa per pranzo. Vi presentiamo Valentina Monti, il fedele Livio e i loro 16 metri quadrati di vita e lavoro.

Chi è Valentina?

valentina-monti-bottega-dalla-tasca

Valentina Monti: ufficialmente bergamasca, tecnicamente milanese, inizia la sua carriera come illustratrice e grafica per poi approdare al mondo dell’artigianato. Con padre e sorella architetto, l’approccio artistico è scritto nel suo dna.

Francesca, la sorella, si occupa di decorazioni su tela, gesso e ceramica ed è la proprietaria del negozio “Fatto A Mano” di Bergamo.

La famiglia Monti vanta collaborazioni con diversi artigiani, come ci spiega Valentina: “Il nostro lavoro va dalla ristrutturazione all’arredamento completo. Dal fabbro, al saldatore a chi riesce a recuperare i pannelli di legno. Tutta la manodopera è bergamasca.”

Come nasce la Bottega dalla Tasca?

“La Bottega nasce nel 2012 come solo laboratorio, poi su richiesta dei clienti e del pubblico della zona, diventa anche un negozio. Il laboratorio era poco comprensibile dall’esterno, nessuno capiva cosa facessi esattamente. La gente si fermava, entrava e chiedeva ma non capiva realmente di cosa si trattasse. Dotato di vetrina su strada è diventato negozio a partire dal 2013, ma ha mantenuto la parte laboratoriale nuda e cruda.”

Natale 2016: le proposte della Bottega

L’idea di Valentina è quella di “riportare a galla il laboratorio iniziando proprio dal Natale 2016, con una serie di proposte interamente fatte a mano”.

In vetrina potete già trovare le bandierine in legno, acquistabili singolarmente, in modo da abbinare i colori che più vi piacciono.

A breve potrete acquistare gli alberi di Natale e le decorazioni fatte con il legno di recupero. Non mancherà la parte di lavorazione del tessuto: tote bags, tovaglioli, tovaglie e canovacci. Il tutto impacchettato in graziose bustine dipinte a mano, come i biglietti d’auguri (sempre presenti) e necessari.

bandierine-in-legno-bottega-dalla-tasca

 Porta Venezia: un piccolo quartiere a “dimesione umana”

Valentina: “Effettivamente capita che sono sulla soglia del negozio e alla terza o quarta volta che vedi passare qualcuno ci si saluta, magari non sai come si chiama, dove o per chi lavora, però per essere a Milano, quindi in una grande città, è davvero una cosa bellissima.”

lettere-in-legno-bottega-dalla-tasca

Continua – “Porta Venezia è una zona molto frequentata a livello commerciale ed è una delle poche zone rimasta e vissuta come quartiere. Ho una buona memoria per i visi, meno per i nomi, ma ormai dopo 5 anni riconosco chi vive in zona. Non tutti, ma un 80% sì. Se fai un acquisto due anni prima e torni ti riconosco. – La domenica vado spesso al parco Indro Montanelli con Livio, le persone mi riconoscono e mi salutano. Ci si saluta nonostante non ci si conosca”.

Valentina ci racconta del piacevole contatto diretto con i clienti che tornano volentieri a trovarla, e non fatichiamo a crederci. La simpatica sig.ra Angela infatti, ci ha fatto compagnia durante l’intervista mentre componeva diverse parole con le lettere in legno. Ha anche fatto un piccolo intervento sostenendo che in zona chi ha bambini o cani si conosce, ribadendo il concetto di quartiere.

Lo strano caso della signora che stacca i biglietti dalle serrande dei negozi

Avete presente il cartello “Torno Subito”? C’è una signora anziana, che abita nella zona, che si diverte a staccare i biglietti dalle serrande dei negozi. No, non è una leggenda, è successo a diversi negozianti; e se pensate di farla franca attaccandolo il più in alto possibile vi sbagliate di grosso. La signora esce di notte munita di scala.

Valentina: “Una volta ero all’interno del negozio e avevo messo il cartone fuori per coprire la vetrina perché stavo riallestendo tutto, ho visto i piedi che si avvicinavano da sotto il cartone e staccavano il cartello che diceva chiuso per riallestimento. Sono uscita fuori per fermare il colpevole e mi sono trovata davanti la signora che chiedendomi scusa, mi ha restituito il biglietto cercando di stirarlo con le mani, dato che ormai era diventato carta straccia.”

serranda-bottega-dalla-tasca

LIVIO: la star

Ma parliamo di Livio, il bulldog francese più conosciuto e coccolato della zona. Arrivato nel 2013 che aveva solo 2 mesi, è praticamente cresciuto in Bottega.

“Quando vado a fare la passeggiata mi capita spessissimo che le persone si fermano a salutare lui e non me chiedendomi: ma questo è Livio?”

In pochi anni è diventato una vera star, tanto da avere anche un profilo facebook che però ha voluto cancellare. Ora lo trovate spesso in posa nelle foto Instagram (bottegatasca), mentre guarda fuori dalla vetrina, controlla il contenuto dei nuovi arrivi, fa da modello o si guarda allo specchio. Livio è il fedele compagno di lavoro che si fa voler bene da tutti.

Mentre stavamo chiacchierando, noto che un bambino si ferma davanti alla vetrina per salutare. Valentina mi dice che lui è Nicola, un fan di Livio, si ferma spesso a fargli le coccole e a fare grandi conversazioni sulle sue orecchie a punta. Come dicevamo prima, si respira l’aria di un piccolo quartiere.

livio-bottega-dalla-tasca

Progetti per il futuro

Tornando alla parte artigianale, Valentina ci dice che ha in progetto una linea di camerette per i bimbi che riguardano la decorazione pittorica a parete. Dalle tele fino ad arrivare alla decorazione dell’intera parete, tutto rigorosamente in stile Bottega dalla Tasca: colori tenui, forme semplici, niente sfumature e campiture piatte.

Una linea di arredamento inoltre, sarà complementare alla parte di decorazione: dal lettino fino agli scaffali, per poi passare a peluche, pupazzi e oggettistica varia. Diverse aziende arricchiranno la linea bimbi affiancando le già note JellyCat e BlaBlaKids.

E per i più grandi? Beh, non resta che passare in Bottega e dare un’occhiata al tavolo, alla libreria, alla panca, alle cornici e alla consolle in vetrina. Potete portare via tutto o ordinarne di nuovi a vostro piacere.

linea-kids-botteg-dalla-tasca cornici-e-panca-bottega-dalla-tasca decori-bottega-dalla-tasca

Cosa potete trovare in negozio (oltre alle creazioni di Valentina)

Nkuku

Azienda inglese che lavora con artigiani provenienti da tutto il mondo. Ogni prodotto ha una storia da raccontare.

https://www.nkuku.com/

 

Falcon Enamelware

azienda inglese, icona del tipico stile British per la casa, la Bottega è l’unica rivenditrice in Italia.

https://www.falconenamelware.com/pages/about

 

Serax

Azienda belga che vanta la collaborazione con la designer Paola Navone.

http://serax.com/en/fishfish

 

BlaBlaKids

Da Atlanta con tutto l’amore per i bambini, la Bottega è l’unica rivenditrice italiana.

http://www.blablakids.com/

 

JellyCat

Originali soft toys from London, dal 1999.

http://www.jellycat.com/eu/

 

Izola

Azienda americana che aggiunge un tocco di design agli oggetti di tutti i giorni.

http://www.izola.com/

 

Contatti

http://www.bottegadallatasca.com/

https://www.facebook.com/pg/BottegaDallaTasca/photos/?ref=page_internal

https://it.pinterest.com/bottegatasca/

 

Bottega dalla Tasca

Via Plinio 16, 20129 Milano

Da martedì a sabato 11 – 13 e 14.30 – 19

Per tutto il mese di dicembre aperto anche la domenica


Intervista e testi Fabiana Acquaviva

 

Aspetta! Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti neanche una novità.

REGISTRATI