Happy Autumn!

E anche Novembre è arrivato. Per molti un mese malinconico fatto di prime piogge, primi raffreddori, prime febbri e sempre meno tempo per noi.

Per me l’inizio di nuovi propositi, nuovi incontri, nuovi posti da scoprire e le ghirlande da iniziare a decorare con pigne, bacche e rami di alloro. Il primo vero e pungente freddo, gli stivali di gomma e le foglie color mattone che invadono giardini e terrazze. Il camino acceso (quando c’è), le castagne e i guanti di cachemire, tazze di cioccolata calda fumante e stelline in brodo a profusione. I maglioni con le trecce, i risvegli lenti, il piumone del letto, le candele profumate, gli abbracci, quelli da cui non ti staccheresti mai. I cappotti avvolgenti, i film strappalacrime, un romantico sfavillio di luci nelle vetrine dei negozi, i calzettoni di lana, l’uscita dal lavoro che fuori è già buio, e una sensazione nuova che si respira nell’aria e nelle piccole cose di ogni giorno.

Anche l’autunno a Milano sa essere bello, nonostante le sue 50 sfumature di grigio. Ecco qualche consiglio su come (e dove) rilassarsi nel quartiere tra caffè bollenti e un buon libro, per calarsi appieno nel mood autunnale (che poi, si sa, ci trascinerà velocemente verso quello natalizio e io non vedo l’ora!!)

 

Merceria Zucchero Filato

volpemerceriazuccherofilato porta veneziazuccherofilatovetrinazuccherofilatovetrina2

Oramai le temperature si sono abbassate, l’autunno si fa sentire e dobbiamo essere pronti per i primi freddi.

È tempo di tirare fuori dagli armadi sciarpe, colli e berretti. Oppure di sfoderare i nostri migliori ferri e lavorare a maglia. Quella morbida e avvolgente che è pronta a scaldare il nostro inverno. Non solo in montagna!

Nastri, lana, stoffine, bottoni e tanti colori vi aspettano già da Zucchero Filato, alla faccia di chi dice che le mercerie non esistono più ed è impossibile trovare chi venda bottoni e passamanerie!

Questa tenera merceria è pronta a smentirvi! Già dall’insegna capirete che state per entrare in un mondo magico, antico e coloratissimo: in questo negozio, recentemente ristrutturato, trovate non solo bottoni e fili di OGNI tipo, con una varietà di forme e colori impressionanti, ma anche pizzi, merletti, nastri coloratissimi di seta, raso, lana, organza e chiffon,  toppe divertenti per i piccoli buchi sui vestiti che non volete buttare.

 

V3Raw

matchav3rawwall in porta veneziav3rawraw v3rawprezzi v3raw

I primi freddi si fanno sentire e cresce la voglia di stringere fra le mani una tazza colorata e di sorseggiare qualche delizia bollente, magari nei lunghi pomeriggi di pioggia.

Tra via Spallanzani e viale Regina Giovanna ha aperto V3RAW, un luogo dedicato alla natura  dove prendersi cura del proprio corpo e spirito attraverso il cibo, la cultura e la musica.

Un pò comfort food –  con cibi  biologici di stagione per coccolare l’umore come lo yogurt, naturale e artigianale preparato con latte d’alpeggio della Valtellina e delle valli cuneesi e un pò bevande del benessere, fatte con prodotti naturali e ricercati, come l’Energy Milk ricavato dalla combinazione di MACA cruda + CACAO crudo e LUCUMA, frutto peruviano dai poteri antiossidanti.

Noi ci siamo fatti conquistare dal latte aromatizzato al tè matcha, dal gusto avvolgente come una copertina soffice-soffice e da un dolcetto con farina di canapa e frutta secca.

Questo locale però non è solo food, ma abbraccia una filosofia di vita più ampia e completa, il concetto di healthy viene trasmesso anche dalla cultura, in questo caso dallo sport e dalla musica. Vengono proposte infatti playlist V3Sound che si basano sul BPM, battiti per minuto in grado di rilassare, allontanare lo stress, migliorare gli sforzi fisici, armonizzare il corpo e la mente.

Se anche voi state cercando un angolo caldo per scaldare palato e cuore, questo é il posto giusto…

 

Mercato di via Benedetto Marcello

Credo che non ci sia cosa migliore nel lasciarsi ispirare e guidare dalla natura, dalle stagioni che di volta in volta ci offrono frutti, sapori e colori diversi. Come il fascino del mercato, un fascino inalterato nel tempo. Il profumo del pollo allo spiedo e della frittura di pesce, dei formaggi freschi e stagionati, le rosse fragole esposte nel banco del fruttivendolo, il banco delle scarpe, i foulard appesi, dai mille colori che svolazzavano al vento, il fioraio con le rose dal lungo stelo e le gerbere bianche. Frutta e verdura a volontà per tornare a casa con un bel cesto e pensare ad una ricetta di stagione.

Quello che preferisco è il mercato di via Benedetto Marcello. Un mercato antico, tanto da potersi considerare uno dei più tradizionali di Milano. Un mercato legato alla stagionalità e a quanto la terra può offrirci in autunno.

È un’esperienza che consiglio a tutti, perchè rivoluziona lo stile di vita fin dal modo di pensare alla spesa. Non una corsa tra gli scaffali, ma una passeggiata tra colori e profumi… non una semplice questione di praticità e sopravvivenza, ma anche un modo di meravigliarsi ed essere grati per la ricchezza del nostro territorio e delle nostre tradizioni alimentari. Non credete?!

 

Giardini pubblici Indro Montanelli e di Villa Belgiojoso Bonaparte

nonnine matchagreen pony planetario in porta venezia milano trenino di porta venezia parco indro montanelli

Per ammirare il foliage non serve andare fino in Canada.

Noi di Porta Venezia siamo andati ai giardini di Indro Montanelli e a quelli di Villa Belgiojoso Bonaparte per regalarvi una testimonianza fotografica di come l’area verde del quartiere (ma non solo) stia cambiando colore di pari passo con l’avanzare dell’autunno.

Angoli bellissimi, dove poter respirare a pieni polmoni l’atmosfera ovattata e colorata di questa magnifica stagione, dedicandoci magari alla lettura di un buon libro seduti su una panchina, una corsetta al tramonto o semplicemente trascorrere una giornata fra gli alberi e i prati del parco.

Una volta entrati, vi sarà difficile non cedere ai capricci sul trenino dei giardini, proprio di fianco al laghetto, al centro del parco: attraversa un bosco incantato abitato da nani, folletti, funghi giganti e da Biancaneve.  Dal trenino, procedendo verso Porta Venezia, troverete anche, nell’ordine, le seguenti attrazioni: giretto in pony (3 euro per una cavalcata di qualche minuto), giostre e autoscontri. Per fortuna c’è il Bar Bianco: a sinistra della giostra, per merende ma anche pranzi, cappuccini e aperitivi.

Per divertimenti al chiuso, e capaci di stimolare nonni e genitori oltre che i bambini, c’è il Giardino delle Scienze composto da Museo Civico di Storia Naturale, Paleolab, Bilolab e Planetario.

Volete davvero perdervi questo spettacolo?

Buon foliage, dunque. Che sia questa la vera “bella stagione”!

 


 

Testo: Giorgia Borghi

Foto: Jasmin VonSulle

Aspetta! Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti neanche una novità.

REGISTRATI